Per questo non possibile stilare una graduatoria unica

Escrito por
jueves, 6 junio 2013

Imprimir este artículo Imprimir este artículo

Roma si salva grazie al Colosseo

Social network e viaggi: un legame sempre pi moncler uomo indissolubile. Tutti quanti, prima o poi, abbiamo condiviso su una di queste piattaforme il resoconto dettagliato delle nostre vacanze: pubblicando foto e selfie, scrivendo post, registrandoci in luoghi simbolo della citt in cui ci trovavamo. Un piccolo diario di viaggio moncler saldi da far vedere ai nostri amici outlet moncler virtuali. Senza per sapere che quei like, quegli hashtag, quelle immagini avevano un moncler saldi outlet potere enorme. stato dimostrato, infatti, che le mediatiche in cui viviamo moncler outlet online shop quando navighiamo sui social influenzano anche gli spostamenti. I giudizi della nostra community di riferimento ci convincono a scegliere tra una meta o moncler bambino outlet all quando moncler donna stiamo per prenotare un biglietto aereo o un hotel. Molto pi delle recensioni dei siti piumini moncler specializzati. Gopili, portale per la ricerca di mezzi di trasporto in tutta Europa, ha perci voluto osservare quali sono le citt del continente pi popolari sui social network. Che, guarda caso, sono anche le pi visitate.

Le magnifiche dieci d c anche un po d Analizzando i piace alle pagine Facebook di riferimento, il numero di follower dei profili Twitter, la quantit di storie pubblicate su Instagram dedicate ai viaggi cos venuta fuori la top ten delle destinazioni del cuore degli italiani. Ma ogni piattaforma ha un suo pubblico: ci sono siti particolarmente amati dai pi giovani e quelli in cui gli utenti moncleroutlet-i hanno un media pi alta; alcuni si basano sulle immagini, altri sulle parole. Per questo non possibile stilare una graduatoria unica, valida per tutti i social. Meglio fare tre classifiche. Anche se, poi, le protagoniste sono grosso modo le stesse: Parigi, Londra, Berlino, Barcellona, Madrid, Amsterdam, Valencia. Con l che si difende e riesce a piazzare ben tre citt tra piumini moncler scontatissimi le prime dieci: Roma, Milano e Venezia.

Parigi sbaraglia la concorrenza, almeno su Facebook e Twitter Partiamo moncler bambino saldi dai social pi famosi in modo trasversale: Facebook e moncler outlet Twitter. Parigi la dominatrice assoluta, prima su entrambe le piattaforme: la capitale francese raccoglie oltre 3 milioni di piace e 1,9 milioni di follower. Subito dietro troviamo Londra: la citt del Big Ben ha 575mila sul social dell (dove ottiene il secondo gradino del podio) e supera agevolmente il milione di like su Facebook (dove per terza). A impedirle di mettersi al collo la doppia medaglia d Berlino: la capitale tedesca, su Facebook, arriva a 1,6 milioni di piace ed seconda; ma paga dazio su Twitter, dove poco pi di 75mila follower la relegano nelle retrovie (al settimo posto).

Roma guida la pattuglia italiana: terza su Twitter a questo punto che entrano in ballo le citt italiane. Perch Roma, a colpi di hashtag e tweet, agguanta moncler outlet serravalle la terza posizione nella classifica Twitter: seguita da 415mila utenti. Su Facebook, invece, la Capitale con 383mila in su sesta. A difendere l del nostro Paese, come detto, ci sono per anche Milano e Venezia: il capoluogo lombardo ottavo sia su Facebook (228mila like) che su Twitter (46mila follower); la laguna veneta nona per numero di piace (147mila) e decima quanto a follower (28mila).

I nativi digitali si fidano degli anche per viaggiare Un discorso a parte merita Instagram. Innanzitutto perch sembra sia diventato il social preferito dai viaggiatori (solamente l travel ha toccato quota 222 milioni di pubblicazioni). Ma soprattutto perch quello pi utilizzato dalle nuove generazioni, dai nativi digitali. E, di conseguenza, forse quello pi influente. Secondo un recente studio internazionale, l dei Millennials usa come parametro principale per organizzare un viaggio proprio ci che pubblicano gli amici sui canali social (la media generale, comprensiva anche degli adulti, si ferma al 73%; dato comunque importante).

Su Instagram molte cose cambiano: risale Barcellona La classifica Instagram, almeno parzialmente, sovverte le gerarchie. Gli italiani, con le loro storie, fanno balzare in vetta Londra; con 83 milioni di pubblicazioni contenenti hashtag che, in qualche modo, rimandano alla capitale inglese. Parigi, dunque, perde il primato social che ha in Facebook e moncler saldi uomo Twitter e si deve accontentare con 70 milioni di contenuti del secondo posto. Ma le novit non sono moncler outlet trebaseleghe finite moncler outlet serravalle qui perch per gli instagramers di piumini moncler saldi casa nostra, Barcellona a meritare il podio: 32 milioni le moncler outlet online uomo citazioni della citt catalana, meta prediletta dei pi giovani. Piccola rivoluzione anche per quel che riguarda il trittico italiano: la spunta Milano che, con 16 milioni di hashtag correlati, al settimo posto assoluto; lasciandosi dietro Roma (ottava, con 14mnl di storie) e Venezia (decima, con 9mln).

I monumenti pi amati dagli piumini moncler uomo instagramers: spicca il Colosseo Ma Instagram, piattaforma per eccellenza, permette di fare anche un analisi. Attraverso gli hashtag pubblicati si pu disegnare la mappa dei monumenti pi amati d Roma, su questo terreno, si prende la sua rivincita: il Colosseo 826mila citazioni uno dei luoghi pi immortalati, protagonista di oltre piumini moncler outlet 600 nuove foto ogni giorno (ma pure il Pantheon e Fontana di Trevi riscuotono ampio successo). Anche se, poi, i piani alti della classifica rispecchiano la graduatoria complessiva del delle immagini Londra, Parigi e Barcellona battono tutti. I posti pi fotografati? Si va sul classico: il Big Ben (2,6mln di pubblicazioni), il London Eye (2,1mln), la Tour Eiffel (1,9mln), il Louvre 1,8mln), Notre Dame (1,4mln), il Tower Bridge (1,4mln), la Sagrada Familia (1mln).